Come i media – giornali, radio, televisione ma anche social network – presentano il crimine e la giustizia?

E’ una domanda importante. E’ una domanda fondamentale in una democrazia che vuole un sistema giudiziario imparziale; e media che si occupano della verità sostanziale dei fatti.

In questa sezione trovi gli articoli di due tipi:

La serie televisiva danese The Investigation, proposta in Italia da Sky e Now Tv, dimostra che un’altra narrazione del crimine è possibile.

E’ possibile raccontare e approfondire le vicende criminali e giudiziarie da una prospettiva umanistica. Una prospettiva attenta al dolore delle vittime e dei loro famigliari.

C’è chi pensa, con legittima opinione, che sia giusto oblio. C’è chi invece ritiene che si possa parlare di eventi drammatici con sensibilità, attenzione al dettaglio, precisione e partecipazione umana.

L’importante è non indugiare in dettagli personali e riservati. Ed evitare che l’autore di reato diventi un “personaggio”.

La prospettiva entro cui si colloca questo magazine è quella della ricerca storica e dell’indagine scientifica, utilizzando la media analysis e l’analisi critica del discorso come punti di riferimento con cui condurre l’indagine sui testi.

Ti interessano storie crime, gialli e misteri?

Iscriviti a "Crime Window", la newsletter su film, romanzi, serie tv e articoli per gli appassionati di crimine e giustizia.
Rapimento-Omicidio - Milena Sutter - Lorenzo Bozano - Biondino Spider Rossa - Biondino.org - a

La “bambina rapita” costruita dai giornali

Milena Sutter era una ragazza che dimostrava 16 anni. Non era la figura che vogliono farci credere. Ci sono parole che ci costruiscono un mondo dattorno. Quelle parole inventano oggetti che non esistono. Ne trasformano altri. Le parole, poi, veicolando significati forniscono interpretazioni al mondo. E costruiscono storie. Nei testi

Leggi
Rapimento-Omicidio - Milena Sutter - Lorenzo Bozano - Biondino Spider Rossa - Biondino.org - b

Il Biondino della Spider Rossa inventato dai giornalisti

Bozano non era biondo. Non era magrolino. Ma resta il “Biondino”. Come mai hanno inventato un “biondino” che non c’è? La domanda è fondamentale, se si vuole leggere il caso di Milena Sutter e Lorenzo Bozano da una prospettiva diversa. Va rilevato infatti che il “biondino della spider rossa” è un

Leggi
Lorenzo Bozano condannato per il sequestro di Milena Sutter - Blog ilbiondino.org - Agenzia Corte&Media Verona

Caso Sutter-Bozano: i giornali e le fonti ufficiali

Lorenzo Bozano e Milena Sutter. I giornali sono al servizio delle fonti ufficiali. C’è una domanda che ci provoca una serie di dubbi e di inquietudini. Nella vicenda giudiziaria di Milena Sutter e Lorenzo Bozano, quale rapporto vi deve essere fra giornalismo e fonti ufficiali? Va subito detto che gli

Leggi
Lorenzo Bozano - sequestro e omicidio milena sutter - blog ilbiondino.org - Agenzia Corte&Media Verona

Bozano sui giornali: capro espiatorio e “folk devil”

I media e la criminalizzazione di un sospettato prima ancora della condanna. Che gusto c’è, colleghi giornalisti, a distruggere una persona? A offenderla senza appello? Una risposta l’ho. E anche un movente. Ma qui ci interessa sapere come si sono comportati i giornali genovesi nei confronti del “biondino della spider

Leggi
Milena Sutter, Lorenzo Bozano, analisi dei media - sequestro e omicidio - Genova - 1973

Il ruolo della stampa nel caso di Milena Sutter

I media hanno proposto la narrazione del caso come “sequestro” e “omicidio”. Come cittadini non possiamo non chiederci quanto la stampa influisca sulla percezione di una persona sospettata di un delitto. Nel nostro caso, la domanda è: quale ruolo ha avuto la stampa in un Cold Case come il sequestro

Leggi
Cronaca Nera - Sequestro di Milena Sutter - Lorenzo Bozano - blog Il Biondino della Spider Rossa - Agenzia Corte&Media Verona

Le narrazioni dei giornali sul caso di Milena Sutter

Come i media inventarono un “biondino” che non c’era. E una vicenda che non convince. Le narrazioni costruiscono la realtà. Le storie forgiano il nostro modo di vedere il mondo. Le parole costruiscono mondi che non esistono. Così è accaduto, in parte, anche per la vicenda del (presunto) sequestro e

Leggi