La cronaca nera possiamo leggerla per tanti motivi e in tante maniere. Arriva persino ad essere una forma di intrattenimento. Oppure la utilizziamo come una catarsi dalle nostre paure e dai nostri timori.

La cronaca nera è persino utilizzata per motivi politici: creare timori, alimentare l’insicurezza, far credere che le nostre città siano insicure… Tutti questi sono modi che puntano a un solo risultato. Ovvero, alla deriva securitaria.

Qui vogliamo raccontare alcuni delitti con un occhio particolare e con un occhio critico. Il primo occhio è quello di collocare i delitti – là dove le cronache dei giornali ce lo consentono – nella Storia Sociale dell’Italia.

Il secondo occhio è quello critico dei media, con la cronaca nera letta attraverso i media studies: l’uso del linguaggio, i temi trattati, il rapporto con le fonti, gli intrecci con il Potere, le narrazioni svincolate dai contesti sociali e culturali.

Ti piacciono le storie ufficiali? O anche tu ami il dissenso?

Crime Window & Media è la newsletter che ti dà uno sguardo irriverente sul mondo del crimine e della giustizia. Puoi così vedere film, serie tv e leggere libri con l'occhio addestrato di chi non si ferma alle verità di comodo. Ti arriva ogni mese con contenuti unici, con il pensiero critico delle persone libere e l'umanità di chi rispetta la dignità delle persone. ISCRIVITI SUBITO! Nessun costo, niente spam, ti cancelli quando vuoi.