Casi di stalking fatti passare per dimostrazioni d’amore? Atti di violenza sulle donne mascherati da passioni travolgenti? Il film Obsessio. La storia di Trevor McNillis fa chiarezza su tutto questo.

Il film, disponibile su Amazon Prime Video, racconta un fatto realmente accaduto.

Trevor McNills è un importante uomo d’affari che soffre di un disturbo ossessivo compulsivo. Ha la mania di controllare tutto, anche la vita dei suoi dipendenti.

Affascinato dalla bellezza della sua giovane impiegata Natalie, egli inizierà a rendere la vita della ragazza un inferno, trasformando l’attrazione per lei in una vera e propria ossessione.

Il film ha grandi ambizioni che riesce a soddisfare solo in parte. La recensione del magazine Cinematographe bene evidenzia i limiti sul piano della regia, della fotografia e anche della recitazione.

Si tratta di limiti dovuti anche a una pellicola di sicuro a basso budget. Misurarsi poi con soli ambienti interni – dove tutto accade – e con l’interiorità di uno stalker ossessivo non è poi facile.

Il film si lascia tuttavia guardare. Ha il merito di portare alla luce temi come la violenza di genere – a cominciare dallo stalking – e il mobbing sui luoghi di lavoro.

Sulla violenza di genere e i femminicidi puoi consultare il lavoro che facciamo come associazione culturale ProsMedia.

Sei appassionato di crime, gialli e misteri?

Scopri "Crime Window", la newsletter dedicata alle narrazioni di cronaca nera e cronaca giudiziaria attraverso film, serie televisive e libri (romanzi e saggi).