Notizie sulle uscite nelle sale cinematografiche, in tv e in streaming di film, serie e documentari di qualità.

Il mondo del cinema, delle serie televisive e in streaming, dei documentari ci consente di riflettere su di noi, sulla nostra vita e sulle relazioni con gli altri.

Film, serie e documentari ci danno le chiavi per interpretare il mondo in cui viviamo, la comunità in cui intessiamo relazioni, il comportamento di chi incontriamo.

La rubrica “Tutto è Cinema” è curata da Maurizio F. Corte. Buona visione.

Cinema, Film, Serie Tv, Documentari - Photo Joshua-Hanks-SiZ00cmFnsg-Unsplash

Film La stanza degli omicidi

Nelle sale italiane dal 6 giugno, distribuito da Universal Pictures International Italy, La stanza degli omicidi.

Diretto da Nicol Paone (Invito a cena con disastro), il comedy-thriller poliziesco La stanza degli omicidi ha per protagonista un insolito trio: la gallerista Patrice Capullo (Uma Thurman), il sicario Reggie Pitt (Joe Manganiello) e il capo di Reggie, Gordon Davis (Samuel L. Jackson). Nel cast anche Maya Hawke, che per la prima volta recita al fianco della madre Uma Thurman.

Patrice Capullo si trova di fronte a un dilemma scoraggiante: la sua galleria d’arte fatica a generare profitti. Nel frattempo, Gordon Davis è alle prese con un problema ancora più grave.

Sebbene orchestrare colpi per la mafia sia redditizio, lui e il suo collega Reggie Pitt hanno urgentemente bisogno di un mezzo più efficace per riciclare i loro guadagni illeciti.

Un incontro casuale, favorito dallo spacciatore di Patrice, fa incontrare il mondo dell’arte e quello del crimine, portando alla nascita di un piano audace.

L’unico ostacolo al loro piano è che Patrice ha bisogno di qualcosa di valore da vendere.

Reggie allora decide di dare sfogo alle sue doti artistiche nascoste e crea un dipinto che viene rapidamente acquistato per una cifra esorbitante dando così vita al misterioso artista che si cela sotto lo pseudonimo “The Bagman” e che dal suo debutto nel mondo dell’arte attira una notevole attenzione e copertura mediatica.

Questo sviluppo inaspettato scontenta profondamente i boss mafiosi per cui lavorano e il trio dovrà affrontarne le conseguenze.

TRAMA

Patrice (Uma Thurman) ha un grosso problema: la sua galleria d’arte newyorchese non ingrana. Gordon (Samuel L. Jackson) e Reggie (Joe Manganiello) hanno un problema ancora più grande: organizzare colpi per la mafia è redditizio, ma hanno bisogno di un modo migliore per riciclare i loro soldi.

Quando i tre vengono fatti incontrare da una conoscenza in comune, il mondo dell’arte si fonde con quello della malavita e un assassino diventa accidentalmente un fenomeno avanguardistico.

Questi nuovi soldi, però, li portano a prendere pessime decisioni, e il nostro trio finirà presto in una disperata lotta per la sopravvivenza.

Serie La vita che volevi su Netflix

La serie La vita che volevi è disponibile dal 29 maggio 2024 solo su Netflix.

La nuova serie prodotta da Banijay Studios Italy, creata e diretta da Ivan Cotroneo, vede Vittoria Schisano nel ruolo della protagonista Gloria. Nel cast anche Giuseppe Zeno (Sergio), Pina Turco (Marina), Alessio Lapice (Pietro) e Nicola Bello (Andrea), oltre a Bianca Nappi, Francesco Pellegrino e Bellarch.

La serie, creata e scritta da Ivan Cotroneo e da Monica Rametta, è diretta dallo stesso Cotroneo.

La produzione è a cura di Massimo Del Frate, Head of Drama per Banijay Studios Italy.

I 6 episodi sono ambientati tra Lecce, il Salento e Napoli. 

TRAMA

Gloria, la protagonista de LA VITA CHE VOLEVI, è convinta di aver trovato la felicità a Lecce, dove ha fondato una piccola agenzia turistica e trovato l’amore con Ernesto ma, un giorno, la sua vita viene sconvolta dall’arrivo di Marina, sua amica ai tempi dell’università a Napoli, prima che Gloria iniziasse il suo percorso di transizione.

Marina porta con sé Andrea e Arianna, i figli avuti da due diverse relazioni, ed è incinta di un terzo, il cui padre è Pietro, un giovane dal carattere passionale e forse anche pericoloso.

Gloria preferirebbe non riallacciare i rapporti con Marina, lei le ricorda una parte della sua vita che vorrebbe dimenticare.

Marina nasconde però molti segreti e presto in scena arriverà anche Sergio, il padre di Arianna, un uomo tutto d’un pezzo fin da subito molto diffidente nei confronti di Gloria.

Per lei, è giunto il momento di fare i conti con “la vita che voleva”, il suo passato e il suo futuro, per scoprire che la felicità a volte arriva in forme inaspettate e che l’amore è l’unica forza capace di rendere la vita degna di essere vissuta.

Docufilm Time To Change

“Time To Change”, progetto di Banca Generali e Wonder Project sbarca su RaiPlay. 

Il docufilm, curato dal fotografo Stefano Guindani, per la regia di Emanuele Imbucci, è dal 5 giugno 2024 sul servizio multimediale della Rai.

L’approdo in Rai avviene in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, celebrazione stabilita dalle Nazioni Unite per sottolineare l’importanza della protezione e della salvaguardia dell’ambiente. E l’impatto che quest’ultimo ha sul benessere dei popoli e sullo sviluppo economico.

Il documentario illustra un viaggio iniziato nel 2021 attraverso 17 Paesi per raccontare gli obiettivi dell’Agenda ONU al 2030, evidenziando sia i ritardi e le urgenze nel raggiungimento dei target ambientali, sia il contributo dell’ innovazione e dell’impegno dell’uomo nel trasformare le criticità in opportunità. 

Voce narrante di Rocío Muñoz Morales e l’interpretazione dell’antropologo internazionale Alberto Salza ed il contributo dello chef Davide Oldani, insignito della Stella verde Michelin per la sostenibilità, della campionessa di sci Federica Brignone e di Marco Montemagno, imprenditore ed esperto di Marco Montemagno, imprenditore ed esperto di comunicazione.

Time To Change - Documentario

Quattro Figlie. Docufilm 

Arthouse, la label di I Wonder Pictures dedicata al cinema d’autore più innovativo, in collaborazione con Unipol Biografilm Collection, annuncia l’arrivo nei cinema italiani dal 27 giugno 2024 del docu-film QUATTRO FIGLIE diretto da Kaouther Ben Hania (La bella e le bestie – Un certain regard 2017; L’homme qui a vendu sa peau – Selezione ufficiale Oscar 2021). Il film sarà distribuito in versione originale sottotitolata.

QUATTRO FIGLIE è un racconto al femminile che vede al centro una madre e il rapporto con le sue figlie.

È la storia di Olfa Hamrouni, una vicenda passata alle cronache e diventata molto nota in Tunisia dopo lo spazio che gli è stato dedicato in molti programmi radiofonici e televisivi dove la stessa Olfa è stata ospite.

La vita di Olfa, madre imperfetta ma tenace, viene travolta quando due delle sue quattro figlie scompaiono; si radicalizzano, fuggono in Libia e si uniscono all’organizzazione terroristica Daesh.

Da qui ha inizio una irrimediabile discesa negli inferi per l’intero nucleo famigliare.

Per sollevare il velo su questa storia, Kaouther Ben Hania ha chiamato le attrici professioniste Nour Karoui e Ichraq Matar a prendere il posto delle figlie scomparse di Olfa.

Vengono così messi in scena i momenti che hanno segnato la storia della famiglia recitando al fianco delle due figlie superstiti. E di Olfa stessa – sostituita nei passaggi più drammaticamente intensi dalla star Hend Sabri, attrice e produttrice di successo tra le più importanti del mondo arabo.

Il risultato è uno straordinario meccanismo cinematografico che mescola costantemente documentario e finzione, capace di raccontare un viaggio intimo di speranza, ribellione, violenza, trasmissione e sorellanza che rimette in discussione le fondamenta stesse delle nostre società.

A un programma radiofonico, ho sentito Olfa parlare della tragedia delle sue figlie. La sua storia mi ha intrigata e commossa. Anche in questo caso, si trattava della storia di una madre e delle sue quattro figlie adolescenti. Olfa mi ha affascinata fin da subito, in lei ho visto un personaggio potente per un film. Era l’incarnazione di una madre con tutte le sue contraddizioni, le sue ambiguità, i suoi punti problematici. La sua storia complessa e terribile mi ha perseguitata e ho voluto esplorarla”, racconta la regista Ben Hania in merito alla nascita dell’idea di questo film nel lontano 2016.

Dopo essere stato candidato all’Oscar® per il Miglior documentario, essersi aggiudicato tre premi al Festival di Cannes e aver vinto numerosi riconoscimenti tra cui il premio come miglior documentario ai César e agli Spirit Award, QUATTRO FIGLIE di Kaouther Ben Hania è presentato in anteprima italiana a Bologna alla XX edizione di Biografilm, dove concorrerà nella sezione Beyond Fiction – Oltre la finzione, dedicata alla scoperta e all’espansione dei confini che separano finzione e documentario.

QUATTRO FIGLIE è nei cinema italiani dal 27 giugno 2024 distribuito da Arthouse in collaborazione con Unipol Biografilm Collection.

TRAMA

È una vita che oscilla tra luci e ombre, quella di Olfa, donna tunisina e madre di quattro figlie, un’esistenza spesso ribelle, ma inesorabilmente schiacciata dal peso della tradizione e della società.

Un giorno, le sue due figlie maggiori spariscono. Per riempire quell’incomprensibile vuoto, la regista Kaouther Ben Hania invita due attrici professioniste a prendere il loro posto al fianco della donna e delle due figlie minori, per ripercorrere e mettere in scena – tra realtà e finzione – la storia della famiglia.

Ne scaturisce un viaggio intimo e profondo pieno di speranza e sorpresa, un’opera emozionante e catartica, tragica ma anche inaspettatamente divertente, candidata all’Oscar 2024 per il Miglior documentario.

Primo ciak per la serie Maschi Veri

Primo ciak per “Maschi veri”, la serie tv comedy in 8 episodi, una produzione Groenlandia, società del gruppo Banijay, prodotta da Matteo Rovere, con protagonisti Maurizio Lastrico, Matteo Martari, Francesco Montanari e Pietro Sermonti, scritta da Furio Andreotti, Giulia Calenda e Ugo Ripamonti, in arrivo solo su Netflix nel 2025.

Mattia (Maurizio Lastrico), Massimo (Matteo Martari), Riccardo (Francesco Montanari) e Luigi (Pietro Sermonti) sono quattro amici sulla quarantina che, in un mondo che prova a cambiare verso la parità sociale e di genere, si ritrovano, loro malgrado, ad affrontare i propri pregiudizi.

Devono affrontare i paradigmi della “mascolinità tossica” e le conseguenze inaspettate che derivano dal doversi mettere in discussione.

Da sempre legati al loro status di maschi alfa, i quattro amici dovranno improvvisamente riscoprire il loro posto nella società e nelle dinamiche di coppia, senza perdere, nel frattempo, loro stessi.

Thony, Sarah Felberbaum, Laura Adriani, Alice Lupparelli, Corrado Fortuna, Nicole Grimaudo completano il cast della serie, diretta da Matteo Oleotto e Letizia Lamartire.

Maschi Veri - serie Netflix

Ricchi a tutti i costi. Serie su Netflix

 
Su Netflix dal 4 giugno 2024 il film RICCHI A TUTTI I COSTI, sequel della esilarante commedia NATALE A TUTTI I COSTI, grande successo del Natale 2022.
 

Il nuovo film vede nuovamente come protagonisti Christian De Sica e Angela Finocchiaro, insieme a Dharma Mangia Woods e Claudio Colica. 

RICCHI A TUTTI I COSTI è scritto e diretto da Giovanni Bognetti, e nel cast torna anche Fioretta Mari, questa volta accompagnata da Ninni Bruschetta. Con loro anche Fernando Albizu, Irma Carolina Di Monte, Teresa Piergentili e Darko Perić.

RICCHI A TUTTI I COSTI, basato sul film “Mes Très Chers Enfants” scritto e diretto da Alexandra Leclère, è prodotto da Iginio Straffi e Alessandro Usai per Colorado Film (Gruppo Rainbow) in associazione con Sony Pictures International Productions. 

TRAMA

Dopo il successo di NATALE A TUTTI I COSTI, la famiglia Delle Fave parte per una nuova avventura a Minorca.
L’obiettivo è proteggere la nonna (e la sua ricca eredità) dalle grinfie del viscido Nunzio, che ha sedotto l’anziana donna e ha in programma di sposarla, portarla con sé in Sud America e, probabilmente, farla sparire il qualche recondito anfratto del Rio delle Amazzoni.
 
Anna trascina marito e figli in un folle piano: uccidere il futuro sposo a pochi giorni dalle nozze, per salvare la madre.
 
Tra liti in famiglia, vecchi dissapori e tragedie sfiorate, i killer improvvisati scopriranno ancora una volta che il vero tesoro è essere una famiglia.

Ti piacciono le storie ufficiali? O anche tu ami il dissenso?

Crime Window & Media è la newsletter che ti dà uno sguardo irriverente sul mondo del crimine e della giustizia. Puoi così vedere film, serie tv e leggere libri con l'occhio addestrato di chi non si ferma alle verità di comodo. Ti arriva ogni mese con contenuti unici, con il pensiero critico delle persone libere e l'umanità di chi rispetta la dignità delle persone. ISCRIVITI SUBITO! Nessun costo, niente spam, ti cancelli quando vuoi.