Quale peso possono avere su di noi le superstizioni e le cieche credenze? Come si manifesta lo stigma e la discriminazione, quando siamo etichettati in un certo modo?

Questi alcuni dei temi trattati dal film Augure – Ritorno alle origini, disponibile al cinema dal 18 aprile 2024, in versione originale (francese) sottotitolata in italiano.

Augure – Ritorno alle origini, è stato presentato al Festival di Cannes nel 2023 e vincitore del New Voice Prize all’interno della sezione “Un certain regard”.

È stato presentato anche al 41° Torino Film Festival, dove ha vinto il premio come Miglior Film nella sezione Crazies.

Il film è il primo lungometraggio di Baloji, artista eclettico e pluripremiato musicista, che ne firma anche la colonna sonora.

Augure – Ritorno alle origini prende spunto dall’esperienza biografica del regista, nato a Lubumbashi (Repubblica Democratica del Congo) e residente in Belgio.

Il significato del nome Baloji si riferisce a forze occulte e maligne: in Swahili originariamente significava “uomo di scienza”, ma in epoca coloniale si trasformò in “uomo di scienze occulte/stregone”.

Dall’etichetta di strega e stregone ha origine un racconto magico e onirico che segue le vicende di quattro personaggi congolesi: Koffi, Tshala, Mujla e Paco.

Nonostante le differenze di genere e di età, i quattro personaggi si trovano accomunati dallo stesso stigma. Dovranno affrontare le superstizioni e il proprio passato per poter vivere serenamente il presente.

- Film Augure - Ritorno alle Origini - poster

TRAMA DEL FILM AUGURE – RITORNO ALLE ORIGINI

Dopo una lunga assenza, Koffi torna in Congo per presentare la sua compagna alla famiglia.

È un ritorno sofferto: volato in Europa 15 anni fa, nel suo villaggio è considerato uno “zabolo”, uno stregone, e guardato con diffidenza da tutta la comunità.

Le sue vicende si intrecceranno con quelle di altre tre persone che vivono lo stesso stigma. Solo attraverso il sostegno reciproco e la riconciliazione col proprio passato, potranno liberarsi dalla maledizione che li affligge.

Baloji, apprezzatissimo rapper e artista visuale, esordisce alla regia con un film potente ed evocativo, già premiato a Cannes e in numerosi altri festival.

La sua opera è un’esplorazione fantasmagorica del peso che la superstizione e le cieche credenze possono avere sul destino di ciascuno di noi.

Come scrive Ciak Magazine, “c’è molto di autobiografico in Augure, seconda regia di Baloji dopo Zombies. Musicista, cantante, attore e regista. Baloji è infatti arrivato in Belgio dal Congo da ragazzo insieme al padre e perdendo da allora qualunque contatto con sua madre”.

Prosegue l’articolo: “Augure è il suo modo per riconnettersi con una parte perduta della sua vita e con la sua cultura d’origine, fatta di spiriti, superstizioni, musica, ma soprattutto con una terra in cui vivere è complesso, sotto tutti i punti di vista”.

Ecco cosa scrive invece Stanze di Cinema: Il film di Baloji funziona bene quando il regista sceglie un registro onirico e magniloquente, orchestrando grandi scene come quella sul ring dei ragazzi, come il processo per stregoneria o come la cerimonia funebre finale, molto meno quando si sofferma sui problemi quotidiani e lo scontro culturale”.

Prosegue l’articolo: “Qui il film si fa confuso, sovraccarico, inutilmente ironico, non riuscendo bene ad integrare le due dimensioni narrative una dentro l’altra (…) Il film rimane comunque un ritratto vitale, generoso”.

Augure – Ritorno alle origini è distribuito da Arthouse, la label di I Wonder Pictures dedicata al cinema d’autore più innovativo.

Trailer del film Augure – Ritorno alle origini

Ti piacciono le storie ufficiali? O anche tu ami il dissenso?

Crime Window & Media è la newsletter che ti dà uno sguardo irriverente sul mondo del crimine e della giustizia. Puoi così vedere film, serie tv e leggere libri con l'occhio addestrato di chi non si ferma alle verità di comodo. Ti arriva ogni mese con contenuti unici, con il pensiero critico delle persone libere e l'umanità di chi rispetta la dignità delle persone. ISCRIVITI SUBITO! Nessun costo, niente spam, ti cancelli quando vuoi.