Il Giornalismo Investigativo? È la forma più nobile del fare informazione e comunicazione.

Questo corso base di Giornalismo Investigativo ha uno scopo preciso, dato che lo pubblico su un magazine dedicato al mondo crime: sensibilizzare giovani e meno giovani al valore della professione di giornalista.

Sia come lettori e lettrici che come operatori dell’informazione e della comunicazione, siamo chiamati a vigilare affinché i media svolgano il ruolo di “cartografia dell’esistente”, di mappa onesta del reale, di racconto veritiero e di impegno per la verità sostanziale dei fatti.

PERCHÉ UN CORSO DI TECNICA GIORNALISTICA INVESTIGATIVA

Cosa mi ha spinto a cominciare questo corso base di tecnica giornalistica investigativa? Elenco alcuni motivi:

  • la scarsa o nulla preparazione giornalistica di molti giovani, che pure si mettono a comunicare sul web o sui social per lavoro;
  • le mille balle che mi sono state raccontate nel lavoro di ricerca sul Caso Sutter-Bozano;
  • la credulità popolare verso altre balle, le fake news, su immigrazione, vaccini anti-Covid, pandemia, politica e società;
  • l’importanza di un’opinione pubblica che eserciti, con gli strumenti adatti, l’analisi critica sull’informazione e sulla comunicazione dei mass media e dei social media;
  • il bisogno che imprese e organizzazioni (profit e non profit) hanno di un giornalismo di qualità, nucleo fondamentale per fare comunicazione con successo;
  • l’importanza di una tensione etica, umanistica, verso un giornalismo e una comunicazione diversi come diverso è il mondo che ci attende e che vogliamo costruire;
  • la voglia di condividere alcuni tesori che porto con me grazie a tanti maestri che ho avuto in oltre 40 anni di carriera giornalistica

Non è mia intenzione, scrivendo una serie di articoli da blog, sostituirmi ai corsi professionalizzanti di Giornalismo, quelli che abilitano alla professione. Ovvio.

Non è neppure mia intenzione pensare di formare su questo magazine persone che sappiamo scrivere con tecnica giornalistica, sappiano gerarchizzare le informazioni, sappiano usare la lingua italiana in un certo modo.

Né posso pensare di tramettere ciò che serve, poi, per essere letti e apprezzati sul web.

CORSI DI GIORNALISMO E COMUNICAZIONE CON PROSMEDIA

Altra è le sede dove essere formati in modo organizzato. Con l’associazione culturale ProsMedia organizziamo corsi one-to-one o a piccoli gruppi di Giornalismo e Comunicazione digitale nelle sue diverse declinazioni:

  • tecnica giornalistica di base,
  • giornalismo per gli uffici stampa,
  • giornalismo radiofonico e podcasting,
  • video giornalismo,
  • giornalismo investigativo,
  • giornalismo d’impresa,
  • giornalismo interculturale,
  • business blogging,
  • social media management (base e avanzato)

Quella è la sede adatta per avere una formazione di qualità che consenta di informare e comunicare con competenza e con etica

Con ProsMedia, se sei interessato/a, puoi avere una formazione garantita da docenti di qualità: professioniste e professionisti che uniscono alla competenza e all’esperienza professionale una mentalità universitaria. Ovvero un esercizio quotidiano della ricerca, dello studio, della mente critica.

corsi online giornalismo professionale - maurizio corte - giornalista - ProsMedia - Agenzia Corte&Media - photo-unsplash

Corso di Giornalismo Investigativo: lo scopo

Lo scopo di questo corso di Giornalismo Investigativo – che consiste in una serie di articoli/lezione scritti con un certo metodo – è di sensibilizzare chi legge al valore del Giornalismo.

Il Giornalismo di valore, infatti, è Giornalismo Investigativo… o non è Giornalismo.

LETTORI E COMUNICATORI

Chi si limita a leggere i giornali, i blog o i social media avrà strumenti concettuali in più per pesare il valore di ciò che trova scritto.

Chi si occupa di comunicazione, avrà invece modo di aprire i propri orizzonti a un modo diverso di osservare la realtà. E di raccontarla, quella realtò, dopo averla filtrata e trasformata in narrazione.

Cosa vuol dire fare Giornalismo

Un corso base di Giornalismo Investigativo non può che partire definendo la professione a cui si riferisce. Cominciamo, così, a chiederci cos’è il Giornalismo, quello con la maiuscola.

Fare giornalismo non è soltanto ricercare informazioni, trovarle, selezionarle, scriverle e pubblicarle. È anche quello, certo.

Fare giornalismo non è solo tirare tardi la notte sulla macchina da scrivere. E non è solo imbucarsi in qualche gruppo o qualche fiera per portare a casa una cena gratis. Questo è il giornalismo dei racconti mitici dei nostri maestri, ere geologiche fa.

Il giornalismo è una professione assai seria e assai utile, oltre le narrazioni – più o meno fantasiose – che nei decenni, e nei secoli, si sono inseguite sul nostro mestiere.

Sergio Lepri e il valore del Giornalismo

L’importanza del Giornalismo Investigativo

Scrivevo più sopra che il Giornalismo di qualità può essere solo “investigativo”.

Perché il Giornalismo ha alla base la ricerca. Un ricerca attenta, scrupolosa, che si fonda su un metodo di lavoro, si basa sui dati e valuta e pesa le fonti con cui viene a contatto.

Il Giornalismo, in quanto ricerca, si avvale del metodo e della mentalità della ricerca sociale.

È con quel metodo e quella mentalità che ho lavorato – e continuo a lavorare – su come i media hanno raccontato il caso di Milena Sutter e Lorenzo Bozano.

Un metodo e una mentalità che mi hanno consentito di vedere cose e leggere dati che altri hanno ignorato.

Milena Sutter - Lorenzo Bozano - Genova - 1971 - blog ilbiondino.org - Agenzia Corte&Media Verona

GLI ELEMENTI PREZIOSI DEL FARE GIORNALISMO

Diamo allora risposta alla domanda sul perché è utile fare Giornalismo Investigativo.

L’utilità nasce dal fatto che il Giornalismo Investigativo – lavorando con metodo e rigore – va oltre l’ovvio, oltre le versioni ufficiali, oltre le narrazioni di comodo.

Nel fare questo, il Giornalismo Investigativo – al pari della ricerca scientifica – produce conoscenza. Una conoscenza utile a chi esercita quel Giornalismo; e utile a chi legge i testi (scritti, audio, video o nelle forme più creative).

Qui sta la ragione del fare Giornalismo Investigativo, e l’assunzione di un nuovo frame quando ci si misura con informazione e comunicazione: la ragione è tutta nell’obiettivo di produrre conoscenza, sapere critico, sguardo originale sulla realtà.

Alla base di tutto, va da sé che occorre un metodo rigoroso di lavoro e un orizzonte etico e interculturale che sintetizzerei nella famosa frase sull’imperativo categorico del filosofo tedesco, Immanuel Kant (1724-1804). Ecco la frase, da scolpire nel cuore prima che nella mente:

Agisci in modo da trattare l’umanità,
sia nella tua persona sia in quella di ogni altro, sempre anche come fine
e mai semplicemente come mezzo
.

La ragione di un corso di Giornalismo Investigativo sta, quindi, anche in questo: avere gli strumenti tecnici e professionali per attuare e incarnare l’etica là dove la comunicazione ci consente di intervenire.

Maurizio Corte
corte.media

Articoli dove applico la tecnica giornalistica:
Caso Sutter-Bozano. L’Analisi

Corsi di formazione con ProsMedia:

Giornalismo e Comunicazione Digitale

Specializzazione in Giornalismo Interculturale:

Master in Intercultural Competence and Management

Ti interessano storie crime, gialli e misteri?

Iscriviti a "Crime Window", la newsletter su film, romanzi, serie tv e articoli per gli appassionati di crimine e giustizia.