Online la serie podcast sulla “storia sbagliata” di Lorenzo Bozano e Milena Sutter.

Il Colpevole Perfetto. La storia sbagliata di Lorenzo Bozano e Milena Sutter è il titolo del primo podcast originale – organizzato in più episodi – dedicato al caso di Milena Sutter e Lorenzo Bozano.

La storia alla base del podcast true crime è questa. Milena Sutter, 13 anni, scompare a Genova il 6 maggio del 1971, all’uscita della Scuola Svizzera. Milena è figlia di un ricco industriale della cera.

Il corpo della ragazzina viene trovato, senza vita, dopo due settimane mentre galleggia nel mare di Genova.

Per la sparizione e morte della ragazzina, l’unico sospettato, imputato, prima assolto e poi in appello condannato all’ergastolo è Lorenzo Bozano, 25 anni, figlio di una famiglia dell’alta borghesia genovese.

PODCAST: L’AUTORE E IL SOUND DESIGN

La voce e il testo del podcast Il Colpevole Perfetto sono di Maurizio Corte, giornalista professionista, scrittore per i media e media analyst. 

Corte si occupa del caso di Milena Sutter e di Lorenzo Bozano dal 2010, all’interno del Centro Studi Interculturali (Dipartimento di Scienze Umane) dell’Università degli Studi di Verona. 

Il suo è uno studio scientifico, con il ricorso ai pareri di studiosi e professionisti; ed è nel contempo un’investigazione giornalistica originale.

La ricerca ha portato Corte a conoscere di persona Lorenzo Bozano, condannato all’ergastolo con l’accusa di avere sequestrato e ucciso, il 6 maggio del 1971, a Genova, Milena Sutter.

La conoscenza tra il giornalista Corte e l’ergastolano Bozano – morto all’Isola d’Elba a fine giugno 2021, dopo 43 anni di carcere – tuttavia che non pregiudica l’obiettività giornalistica del podcast, ma che offre una prospettiva inedita.

SEI EPISODI E UN’INTERVISTA

Il podcast è composto da sei episodi, preceduti dal trailer e da una prefazione.

In conclusione della prima stagione, vi è un bonus che comprende l’intervista alla psicologa giuridica e criminologa Laura Baccaro, che nel 2015 ha svolto una perizia psico-criminologica su Lorenzo Bozano.

Fra gli episodi, poi, è previsto – a sorpresa – un “episodio speciale” con il ricordo personale di Maurizio Corte sulla “persona Lorenzo Bozano”.

La regia audio dai toni noir è di Giuliana Corsino, giornalista, comunicatrice e social media manager.

La produzione è a cura dell’associazione ProsMedia e dell’agenzia di informazioni Corte&Media.

Il podcast è disponibile su tutte le principali piattaforme di podcasting. E sulla pagina dedicata del blog Il Biondino della Spider Rossa.

Il racconto del caso di Milena e Lorenzo

Milena Sutter a 13 anni – così scrivono i giornali di ieri e di oggi – viene rapita e poi uccisa all’uscita da scuola, nel maggio del 1971.

Il “mostro” è presto trovato: il cosiddetto biondino della spider rossa – che biondo e magrolino non era.

Questo  “biondino” è individuato in Lorenzo Bozano: nel 1971, ai tempi del caso di Milena Sutter, ha 25 anni.

Sembra una storia semplice: Lorenzo decide di rapire Milena, figlia di un uomo ricco. Rapirla per poi chiedere un bel riscatto.

Lorenzo Bozano uccideMilena e butta il suo corpo nel mare di Genova, dove verrà trovata due settimane dopo, al largo della spiaggia di Priaruggia.

Questa ricostruzione è stata per più di 50 anni accettata da tutti. O, quasi. 

Qualche altra teoria si è fatta largo. Tuttavia è quasi sempre Bozano l’indiscutibile colpevole, secondo le diverse narrazioni. Un colpevole troppo perfetto per non esserlo. 

E se la verità fosse però un’altra? E se Bozano fosse stato soltanto “il colpevole perfetto” da indicare?

È questa la domanda che ha spinto il giornalista Maurizio Corte ad indagare sui due casi: da una parte la morte di Milena Sutter; dall’altra, i dubbi intorno a Lorenzo Bozano.

Sullo sfondo il teatro della vicenda: Genova.

Genova è una città che poco si è considerata nell’analizzare i fatti legati al caso di Milena Sutter. E che invece il podcast Il Colpevole Perfetto ci tiene ad approfondire per inserire gli eventi nel giusto contesto storico e sociale.

- Il Colpevole Perfetto - Podcast - M. Corte -

Primo episodio. “Milena è sparita”

Il primo episodio del podcast Il Colpevole Perfetto. La storia sbagliata di Lorenzo Bozano e Milena Sutter è uscito sulle piattaforme il 28 marzo 2024.

S’intitola “Milena è sparita”. Vediamo cosa racconta.

È il 1971 quando a Genova scompare una ragazzina di 13 anni, figlia di un ricco industriale della città. 

La ragazzina dai lunghi capelli biondi è Milena Sutter, figlia di Arturo, capo di un’azienda che produce cera per pavimenti e scarpe. 

Milena scompare all’uscita da scuola il 6 maggio 1971, poco dopo le 17. Deve tornare a casa – così dice alle amiche – per delle lezioni private, in vista dell’esame di terza media. A casa però non ci torna.

Un sequestro di persona. Così gli inquirenti e la stampa presentano subito la sparizione di Milena. 

Un’ipotesi in effetti verosimile. Basti pensare alle finanze di Arturo Sutter, all’epoca il sesto contribuente della città.

E solo il giorno dopo l’ipotesi sembra trovare conferma. Infatti il 7 maggio arriva una chiamata in casa Sutter: «se vuole Milena viva, 50 milioni prima aiuola Corso Italia».

Ecco l’estorsione; anche se – a pensarci bene – il rapitore sembra aver giocato al ribasso.

Due settimane dopo la scomparsa della giovane, le paure accumulate durante quei giorni si materializzano: giovedì 20 maggio 1971, il corpo della tredicenne viene trovato senza vita in mare, al largo della spiaggia genovese di Priaruggia.

Subito si pensa ad un omicidio: i medici legali Franchini e Chiozza, dell’Istituto di Medicina Legale di Genova, parlano di strozzamento e probabile soffocamento.

I due medici legali indicano anche una finestra temporale per l’uccisione di Milena: il giorno stesso della sparizione, il 6 maggio 1971, tra le ore 18 e le 18:30.

IL “COLPEVOLE” E I PRIMI DUBBI

Le ricerche dell’assassino durano poco. C’è già un sospettato, individuato appena dopo la scomparsa di Milena.

La sera stessa del ritrovamento del cadavere viene arrestato infatti Lorenzo Bozano: “il biondino della spider rossa”, come è stato chiamato sin dall’inizio dai giornali.

E i dubbi – se vogliamo – iniziano già qui. Infatti Bozano non è né magrolino né biondo. 

Non solo. Quel corpo senza vita di Milena, affiorato dal mare di Genova, è in realtà di difficile lettura, anche per la Medicina Legale di oggi.

Siamo davvero sicuri che si tratti di omicidio? Siamo sicuri che la ragazzina sia stata rapita? si chiede Corte nel podcast Il Colpevole Perfetto.

Nonostante i dubbi, sorti già durante la sparizione di Milena Sutter, gli inquirenti non si seguiranno altre piste. 

Milena Sutter, Lorenzo Bozano, analisi dei media - sequestro e omicidio - Genova - 1973

UN GIUSTO PROCESSO?

La ricerca della verità è doverosa. Questo dice Maurizio Corte nel podcast. E, possiamo aggiungere, in un processo giudiziario è la regola.

“Il podcast non è in alcun modo un’azione innocentista a favore di Lorenzo Bozano”, sottolinea Maurizio Corte, che insegna Giornalismo Interculturale e Multimedialità all’Università degli Studi di Verona.

“Non so se Lorenzo abbia svolto, o meno, un ruolo in quella ingarbugliata vicenda”, precisa l’autore del podcast.

“Di certo si è trovato scaraventato in un girone infernale, molto più grande di lui”, fa notare Corte. “E molto più complesso di quanto un giovane come lui, dalle grandi speranze ma dai pochi fatti, potesse gestire”,

“Ho voluto analizzare, con metodo scientifico, la narrazione su Lorenzo Bozano e sul caso di Milena Sutter”, osserva Corte.

“Ho voluto restituire dignità umana alla persona-Lorenzo, su cui giornali, magistrati e giudici hanno espresso giudizi indegni di una società civile”, fa notare l’autore del podcast Il Colpevole Perfetto.

Insomma, il podcast si vuole presentare come una ricerca della verità indipendente, logica e obiettiva: la missione di ogni giornalista che tenga alla verità sostanziale dei fatti. 

In questa ricerca – ci dice Il Colpevole Perfetto – i conti non tornano, non del tutto. I dubbi, gli elementi poco chiari, sono molti. 

E il podcast cerca di analizzare queste incongruenze in modo scientifico e imparziale.

Milena Sutter - Lorenzo Bozano - magazine Il Biondino della Spider Rossa - ProsMedia - Agenzia Corte&Media-

QUALCHE NUMERO

Un piccolo spoiler. Lorenzo Bozano alla fine sconterà 43 anni di carcere per il caso Sutter, con l’accusa di rapimento a scopo di estorsione, omicidio con azione di strozzamento (e probabile soffocamento) e soppressione di cadavere. 

Alla base 22 (o 24, a seconda delle fonti) indizi di presunta colpevolezza. Indizi, non prove. 

Ed un processo con carenze argomentative, condito con alcune fallacie e qualche abduzione. Uno «storytelling giudiziario» come viene definito sul blog Il Biondino della Spider Rossa.

Oggi come allora sono quindi molti i dubbi sul caso Sutter-Bozano.

Dubbi che Maurizio Corte ha numerato e raccolto nell’articolo «50 imbrogli contro la verità».

Le incongruenze e le zone d’ombra piano piano si possono scoprire, e approfondire, ascoltando il podcast Il Colpevole Perfetto. La storia sbagliata di Lorenzo Bozano e Milena Sutter.

L’invito è a ricordare – durante l’ascolto – un principio fondamentale della nostra Costituzione: il diritto di tutti ad un giusto processo. Tutti: anche il (presunto) colpevole di un omicidio.

Anna Ceroni
Agenzia Corte&Media
Data di pubblicazione: 06.04.2024

podcast-ilcolpevoleperfetto-photodemaerre- iStock-1665390175-

“Il colpevole perfetto”: dove ascoltare il podcast

Al podcast è dedicato un articolo – con relativo rinvio a Spreaker per l’ascolto degli episodi – sul blog Il Biondino della Spider Rossa

È possibile ascoltare, a titolo gratuito, il podcast su queste piattaforme online di podcasting:

“LA PIANTAGIONE DI CAFFÈ”. LA SIGLA DEL PODCAST

La sigla del podcast Il Colpevole Perfetto è la canzone La piantagione di caffè, scritta (testo e musica) e cantata da Maurizio Corte e incisa su disco nel 1998.

Puoi ascoltare su YouTube la sigla: LA PIANTAGIONE DI CAFFÈ

Copertina Podcast - Il Colpevole Perfetto - M. Corte

“Il Colpevole Perfetto”. Il video promo del podcast

Qui sotto il trailer (video e audio) del podcast. Il testo del primo episodio (“Milena è sparita) è disponibile in un articolo di questo magazine:

Ti piacciono le storie ufficiali? O anche tu ami il dissenso?

Crime Window & Media è la newsletter che ti dà uno sguardo irriverente sul mondo del crimine e della giustizia. Puoi così vedere film, serie tv e leggere libri con l'occhio addestrato di chi non si ferma alle verità di comodo. Ti arriva ogni mese con contenuti unici, con il pensiero critico delle persone libere e l'umanità di chi rispetta la dignità delle persone. ISCRIVITI SUBITO! Nessun costo, niente spam, ti cancelli quando vuoi.